Blog

Ecomondo: the green technology expo

 

ECOMONDO, the green technology expo.

EFFICIENZA ENERGETICA, ENERGIE RINNOVABILI, CITTÁ SOSTENIBILE.

Dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile

In un’unica piattaforma, tutti i settori dell’economia circolare

Evento di riferimento in Europa  per l’innovazione tecnologica e industriale.

Dunque, una fiera internazionale con un format innovativo, che unisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare:

dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile.

Le aree tematiche:

Così potrete:

  • Conoscere le ultime novità tecnologiche e le best practice internazionali
  • Incontrare gli opinion leader e gli imprenditori più innovativi in tema di circular economy
  • Trovare soluzioni e migliorare l’efficienza della tua impresa
  • Confrontarti con i massimi esperti: scienziati, tecnici, imprenditori, manager
  • Conoscere le ultime normative internazionali
  • Avere una visione del futuro.

Elettro + Pistoia

IL RISPARMIO ENERGETICO e LE AGEVOLAZIONI FISCALI

Risparmio energetico:

Guida dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la legge di bilancio 2019 pubblicando la guida: “Ristrutturazioni edilizie: Le agevolazioni fiscali”.

Perciò sarà possibile chiedere una detrazione Irpef del 50%, con un tetto massimo di spesa di 96 mila euro, per gli interventi di recupero della propria casa.

I lavori per i quali si ha accesso alla detrazione fiscale sono:

-ristrutturazioni,

-restauro e

-risanamento conservativo, con regole più elastiche per i lavori effettuati in condominio.

La detrazione riconosciuta per i lavori di risparmio energetico prevede diverse aliquote, modificate già dalla scorsa Legge di Bilancio e che resteranno in vigore anche per gli interventi effettuati a partire dal 1° gennaio 2019.

RISPARMIO ENERGETICO 

In merito al risparmio energetico, l’Agenzia informa che la Legge di Bilancio 2019 ha prorogato al 31 dicembre 2019, nella misura del 65%, la detrazione fiscale (dall’IRPEF e dall’IRES) per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

La presente guida descrive i vari tipi di intervento per i quali si può richiedere la detrazione e riassume gli adempimenti richiesti e le procedure da seguire per poterne usufruire.

In particolare, le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:

– la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
– il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi)
– l’installazione di pannelli solari
– la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

 

Versione aggiornata a marzo 2019

Cavi per nuove costruzioni

Cavi per nuove costruzioni

Cavi CPR: in Gazzetta Ufficiale il decreto

 a cura di  

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.159 del 10 luglio 2017 il Decreto Legislativo 16 giugno 2017, n. 106: ”Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 305/2011, che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE”.

Il documento, che entrerà in vigore il 9 agosto, disciplina l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 305/2011, che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e che abroga la direttiva 89/106/CEE.

Il testo prevede anche sanzioni penali per costruttori, direttori dei lavori, direttori dell’esecuzione o collaudatori:

Art. 20 “Violazione degli obblighi di impiego dei prodotti da costruzione”
1. Il costruttore, il direttore dei lavori, il direttore dell’esecuzione o il collaudatore che, nell’ambito delle specifiche competenze, utilizzi prodotti non conformi agli articoli 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10 del regolamento (UE) n. 305/2011 e all’articolo 5, comma 5, del presente decreto e’ punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro; salvo che il fatto costituisca piu’ grave reato, il medesimo fatto e’ punito con l’arresto sino a sei mesi e con l’ammenda da 10.000 euro a 50.000 euro qualora vengano utilizzati prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.
2. Il progettista dell’opera che prescrive prodotti non conformi a quanto previsto dall’articolo 5, comma 5, del presente decreto o in violazione di una delle disposizioni in materia di dichiarazione di prestazione e marcatura CE di cui agli articoli 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10 del regolamento (UE) n. 305/2011 e’ punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 euro a 12.000 euro; salvo che il fatto costituisca piu’ grave reato, il medesimo fatto e’ punito con l’arresto sino a tre mesi e con l’ammenda da 5.000 euro a 25.000 euro qualora la prescrizione riguardi prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

Qui il documento completo.

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

L’agenzia informa: L’ agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni.

Con questo articolo abbiamo voluto evidenziare la presenza di un documento ufficiale a cui fare riferimento per appellarsi all’ Agevolazioni fiscali ad oggi esistente sulle ristrutturazioni, ma anche su interventi di risparmio energetico e su impianti di video sorveglianza e comunque tutti quegli acquisti rivolti ad un miglioramento in termini di sicurezza della casa e acquisto di elettrodomestici ed in particolare alle giovani coppie.

Gli aggiornamenti più recenti:

  • proroga della maggiore detrazione Irpef
  • agevolazioni fiscali per condomìni
  • agevolazione fiscale per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici
  • maggiore detrazione (Irpef e Ires) per gli interventi su edifici in zone sismiche ad alta pericolosità
  • detrazione Irpef per acquisti di immobili ristrutturati

Agevolazione fiscale: Guida Ristrutturazioni edilizie

l'agenzia informa

Il ladro entra dalla porta di casa

 

Il ladro entra dalla porta di casa: statistica sui furti!

643 al giorno, 27 ogni ora, uno ogni due minuti, i furti in appartamento nel nostro Paese. Lo svela un’indagine di Facile.it

Una recente statistica sui furti condotta da Facile.it, sito di confronto dei costi delle polizze assicurative, ha rivelato come, in Italia, vi siano più di 600 furti in appartamento ogni giorno.

Nel 40% dei casi l’intrusione degli ospiti indesiderati avviene mentre i proprietari dell’abitazione sono in vacanza: in vista delle imminenti ferie estive, quindi, forse sarebbe meglio evitare di rendere di pubblico dominio – anche sui social – la propria assenza.

Il 13% degli intervistati invece si trovava in casa durante l’effrazione.

I ladri sono soliti entrare nel 38% dei casi direttamente dalla porta,  nel 21%  rompendo una finestra, nel 13,3% trovandone una aperta.

I derubati decidono di contrastare altre spiacevoli esperienze spesso soltanto dopo l’accaduto, con inferriate o installando un antifurto con centralina telefonica (27%).

Il 4% della popolazione sceglie di montare anche telecamere di videosorveglianza, ma,  per risparmiare, non vengono collegate a un vero e proprio impianto.

Il 29% dichiara invece di non aver adottato particolari contromisure nemmeno dopo il furto, affidandosi alla fortuna.

Fra chi ha subito un furto, infine, solo il 28% aveva una copertura assicurativa contro questa evenienza; d’altra parte però la percentuale di chi oggi pensa a sottoscrivere una polizza contro i ladri ha raggiunto il 41%.

By: GIE, 8 giugno 2017

COPERTURE con  FOTOVOLTAICO per TERRAZZI

Come abbiamo avuto modo di capire i moduli fotovoltaici occupano non poco spazio. C’è bisogno di circa 8 metri quadri per Kilowatt di potenza installato. Significa che per montare un impianto da 3 kw occorrono 24 mq, che possono ridursi di molto con pannelli più performanti ma più costosi.

copertura
fotovoltaici copertura per terrazzi

Aggiungiamo che tale spazio deve essere orientato a sud e non presentare ombreggiature. I moduli inoltre devono essere inclinati di 30 gradi.

Non tutto è perduto però, se non ce la facciamo a sfruttare il nostro tetto esistono le coperture per terrazzi con moduli fotovoltaici.

Cerchiamo di capirne di più. Innanzitutto specifichiamo che cosa intendiamo con la realizzazione di una copertura con pannelli fotovoltaici. 

Costruire una tettoia senza sfociare nell’ abusivismo.

Per definizione una tettoia è una struttura che si appoggia al manufatto pre-esistente ed è chiusa nel lato di appoggio mentre negli altri lati è aperta. Insomma stiamo realizzando qualcosa che serve solo per appoggiare i moduli nella parte superiore che però può essere sfruttato in estate come un gazebo.

In questo caso la realizzazione è possibile perché non stiamo aumentando la cubatura della casa.

Non rientra quindi in un intervento di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio subordinato ad un permesso di costruire, come previsto dall’articolo 3, comma 1, lettera e) del solito D.P.R. n. 380 del 2001.

 Ci sono però delle limitazioni per chi vive in particolari contesti storici o dove ci sono vincoli paesaggistici.

Il municipio di competenza dove insiste il manufatto in cui si realizza il pergolato, copertura o altro, è quello a cui dobbiamo rivolgerci per un’eventuale DIA, SCIA O CILA.

In caso di abuso edilizio andate incontro ad una denuncia non civile, ma bensì penale in base all’ art. 44 del d.p.r. n. 380/01. Quindi fate bene attenzione prima di realizzare qualcosa senza i dovuti permessi.

Le coperture per terrazzi possono essere realizzate in legno oppure in acciaio o un misto dei due. Calcoliamo anche bene il peso che sono in grado di reggere perché un pannello da 300 watt non pesa poco.

Altrimenti vanno bene e sono molto gradevoli alla vista le coperture fatte in legno lamellare trattato,  possono essere anche sfruttate per realizzare coperture per auto, se abbiamo a disposizione un giardino in una villetta.

By: pannellifotovoltaicisolari.com!

 

Silentron offerta allarme di primavera

Offerta allarme di primavera! Speciale sposi.

Offerta allarme: Elettro si prepara a stupirvi! Ed ecco la primavera, si spalancano le finestre e si prepara la casa ad accogliere i primi raggi di sole!La necessità di proteggersi da furtive invasioni si fa forte!Richiedi oggi il tuo preventivo per un sistema di sicurezza personalizzato, con uno sconto speciale per giovani sposi!

Protezione a 360°

Con Silentron sei sempre protetto e puoi tenere sotto controllo le cose che più ami anche da smartphone: casa, garage, magazzino o il tuo giardino, saranno protetti da  sensori performanti che sanno distinguere un animale domestico dall’ intruso! Perimetrale o volumetrico, via filo o via radio Dual Band, Silentron soddisfa tutte le esigenze per un totale controllo delle tue proprietà ed è completamente certificato per poter essere direttamente collegato con le forze dell’ordine.

Fotovoltaico invisibile

A cura di Dyaqua Art Studio

Energia solare per centri storici

Fotovoltaico Invisibile

Innovativi moduli fotovoltaici in forma di elemento architettonico capaci di raggiungere l’integrazione perfetta in qualunque contesto.

Il Fotovoltaico Invisibile è un processo produttivo che consente di realizzare moduli fotovoltaici in forma di elemento architettonico e capaci di raggiungere l’integrazione architettonica perfetta. Indistinguibili dai tradizionali oggetti edilizi, i moduli fotovoltaici invisibili consentono la riqualificazione energetica dei centri storici e di tutti gli edifici protetti da vincoli architettonici-paesaggistici. Dyaqua Art Studio ha collaborato con ENEA per ottimizzare gli elementi architettonici del Fotovoltaico Invisibile e portarli all’inserimento nel mercato.

Elementi architettonici fotovoltaici

La trasparenza invisibile

Come funziona

L’invenzione si basa su una speciale superficie dotata di un’opacità apparente, che nasconde le celle assicurandone ugualmente l’efficienza.

La superficie è capace si assumere l’aspetto di un qualsiasi oggetto edilizio, trasformando così le celle in silicio in veri e propri elementi architettonici. L’opacità è però solo apparente, infatti la trasparenza-invisibile della superficie permette ai raggi solari di filtrare all’interno del modulo.

Caratteristiche

Il Fotovoltaico Invisibile è dotato di importanti caratteristiche tecniche, che lo rendono unico nel suo genere e adatto a tipi di installazione finora impossibili. Ecco le principali caratteristiche:

  • Integrazione architettonica ed estetica
  • Produzione di energia pulita e rinnovabile
  • Materiali riciclabili
  • Ultraresistenza e carrabilità
  • Azione autopulente e disinquinante
  • IP68
  • Idrorepellenti
  • Resistenza agli agenti atmosferici

Elementi architettonici fotovoltaici

Un’invenzione già funzionante

Prototipi

Cotto, pietra e legno: i primi esempi di un sistema produttivo molto versatile.

Fino ad oggi sono stati realizzati prototipi di moduli fotovoltaici invisibili in forma di Coppo in cotto, Pietra, Legno e pannello Malta. La grande versatilità del processo produttivo tuttavia assicura per il futuro la possibilità di ampliare la gamma e renderla sempre più adatta alle varie esigenze del mercato.

Coppo Fotovoltaico

Il Coppo Fotovoltaico reinterpreta i tradizionali manufatti in cotto, trasformandoli in elementi attivi di qualità superiore agli originali. Potrà essere installato come normale elemento da copertura senza intaccare la continuità architettonica ed estetica del bene.

Coppo Fotovoltaico integrato per centri storici

Pietra Fotovoltaica

La Pietra Fotovoltaica propone l’estetica tipica degli elementi naturali e ricostruiti che di norma vengono utilizzati come rivestimenti o pavimentazioni, offrendo così nuovi tipi di installazione. Vedi l’impianto sperimentale

Coppo Fotovoltaico integrato per centri storici

Elementi architettonici fotovoltaici

Il vetro isolante, rivoluzione a KlimaHouse Bolzano

La rivoluzione del vetro isolante

Il vetro isolante Skin|glass, in uno spessore minimo abbatte i consumi energetici assicurando un isolamento termico ai massimi livelli.

Klimahouse, ha confermato anche quest’anno di essere una manifestazione tra le più interessanti e ricca di spunti stimolanti.

Come sappiamo il vetro, è tra gli elementi che incidono maggiormente nelle dispersioni termiche di un edificio.

Le nuove vetrate isolanti Skin|glass, rappresentano l’evoluzione intelligente della nuova generazione di vetri (soli 10 mm).

Uniscono alle ottime caratteristiche di isolamento, un peso decisamente minore rispetto ai doppi o tripli vetri e costi più contenuti.

Caratteristiche Skin|glass

Si tratta di un nuovo concetto di sistema finestra, che richiede la realizzazione di nuovi sistemi telaio.

Grazie alla nuova tecnologia è possibile ottenere bassissime tramittanze termiche in pochi millimetri, e con un telaio estremamente leggero cosa fino ad oggi quasi impensabile”. Diminuendo peso e spessore dei vetri aumentano anche le possibili prestazioni e applicazioni e non solo, il sistema Skin|glass assicura il raggiungimento di un ottimo livello di isolamento acustico oltre ad un punto di condensa estremamente basso (-40 C°).02/02/2017  by InfoBuild Energia

[/ig_text][/ig_column][/ig_row]

Impianto fotovoltaico con accumulo (ad isola)

[ig_row][ig_column span=”span12″][ig_text enable_dropcap=”no” disabled_el=”no” ]

Impianto fotovoltaico con accumulo: come funziona, quanto costa e quanto si risparmia

Gli impianti fotovoltaici con accumulo sono una vera e propria novità nel campo della produzione dell’energia elettrica alternativa e “green”.

Considerando i costi delle batterie, l’investimento totale conviene, perché i prezzi  sono in netto calo anno dopo anno, con previsioni positive rispetto al 2017 e al 2018.

Inoltre si può ottenere una detrazione del 50% rispetto ad un investimento con pannelli fotovoltaici ad accumulo.

Le batterie utilizzate per l’accumulo di energia prodotta da impianti fotovoltaici consentono di immagazzinare il surplus di energia prodotta durante il giorno per essere sfruttata durante la sera o la notte, quando si ha il minimo irraggiamento solare.

Grazie a questo sistema, una famiglia media può integrare i diversi sistemi di produzione di energia (pannelli fotovoltaici, rete elettrica), ottimizzando la gestione delle risorse e abbattendo i costi delle bollette.

I sistemi di accumulo sono molto affidabili e competitivi in quanto permettono di assicurare continuità nell’erogazione dell’energia anche qualora ci fossero delle disfunzioni alla rete elettrica, rappresentando una soluzione ai problemi dello sbilanciamento delle reti.

Benefici per l’utente finale

Al di là della detrazione fiscale del 50% (ecobonus), l’installazione di un sistema di accumulo integrato con un impianto fotovoltaico produce dei benefici economici quantificabili, a lordo dell’investimento iniziale per la realizzazione dell’impianto, in un beneficio complessivo di circa 270 euro l’anno (che comprende i benefici del sistema di accumulo e del risparmio in bolletta). L’incremento dell’autoconsumo, infatti, determina una riduzione della bolletta proporzionale al ricavo ottenibile dalla vendita dell’energia (immissione nella rete). Tale beneficio è stato calcolato sulla base di un impianto FV da 3 kWh integrato da un sistema di accumulo da 7 kWh.

Dunque, anche in assenza di incentivi, la nuova frontiera delle batterie per l’accumulo, sempre più sofisticate e dotate di centraline elettroniche all’avanguardia, consentirà all’utente di diventare protagonista di un radicale cambiamento nello stile di vita nella direzione di una sempre maggiore autonomia energetica ad impatto zero.

Fonte: http://www.accumulo-fotovoltaico.it/

[/ig_text][/ig_column][/ig_row]

Ancora contributi sui sistemi di sicurezza

[ig_row][ig_column span=”span12″][ig_text ]

Bando per la concessione di contributi per l’acquisto ed installazione di sistemi di sicurezza – anno 2016

Contributi: Correzione del 13 giugno 2016: inserito bando con modifica Art. 5 (ultimo paragrafo): “Gli interventi dovranno essere realizzati e integralmente pagati nel periodo intercorrente tra il 9 giugno 2016 ed il 31 dicembre 2016”.

Nel quadro delle iniziative promozionali volte a prevenire e fronteggiare i fenomeni di microcriminalità, rientranti nelle più ampie funzioni di tutela del mercato e diffusione della cultura della legalità, la Camera di Commercio di Pistoia intende sostenere le P.M.I. della provincia di Pistoia attraverso la concessione di contributi per l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza.

I contributi saranno concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili (V. art. 5 del bando), al netto dell’IVA, e regolarmente documentate, fino ad un importo massimo di contribuzione pari a Euro 750,00. Ciascuna impresa, indipendentemente dal numero di localizzazioni presenti nella provincia di Pistoia, potrà presentare una sola domanda di contributo.

La domanda di contributo deve pervenire alla Camera di Commercio di Pistoia entro e non oltre 31 dicembre 2016, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo cciaa.pistoia@pt.legalmail.camcom.it. E’ proprio la Camera di Commercio che ci informa e permette ai nostri clienti di risparmiare fino a 750,00€ per il nostro sistema di allarme!!! 

E noi siamo pronti con le migliori marche, la migliore competenza e la disponibilità che da sempre ci contraddistingue. http://www.pt.camcom.it/bando_per_la_concessione_di_contributo_per_l’acquisto_ed_installazione_di_sistemi_di

sicurezza_anno_2016.asp?ln=&page=informazioni&index=1&idcategoria=8029[/ig_text][/ig_column][/ig_row]